Slide background

“Un vecchio adagio dice che
una visione senza un piano è un sogno
e un piano senza una visione è un incubo:
in Italia siamo riusciti, negli ultimi 20 anni,
a fare entrambe le cose.”

PIETRO COLUCCI

Slide background

“Siamo convinti che un'impresa
che investe correttamente in presidi ambientali
sia, alla fine, meno rischiosa
anche per chi concede credito.”

CITAZIONE DA INTERVISTA A NUOVA FINANZA

Slide background

“L’efficienza energetica è un tema
sul quale il sistema Paese dovrebbe concentrarsi,
avviando le realtà italiane a diventare smart grid.”

DALL'INTERVENTO AL FORUM QUALENERGIA 2015

Slide background

“ Il futuro di tutti passa attraverso
una presa di coscienza consapevole,
la condivisione e la partecipazione
di tutte le parti coinvolte
nel processo energetico dalla produzione
al consumo”.

DALL'INTERVENTO AL FORUM QUALENERGIA 2015

Slide background

“Da imprenditore sono abituato a essere pragmatico, ma sono anche sostanzialmente un sognatore.
E questo mi è servito.
Una visione di scenario proiettata verso un futuro diverso e la capacità di immaginare che il cambiamento sia un’opzione possibile,
nonostante i forti interessi economici coinvolti,
sono requisiti indispensabili
per operare nella green economy.”

CITAZIONE DA INTERVISTA A BUSINESS PEOPLE

In questa sezione sono riportati gli articoli riguardanti Pietro Colucci pubblicati sulle testate nazionali, internazionali e locali.
Gli articoli sono navigabili attraverso la selezione della testata giornalistica oppure selezionando il tag di riferimento, personalizzando il proprio percorso di lettura.

Milano Finanza - 16/03/2012 -Di Pietro Colucci* Il XXI secolo sarà il secolo del gas come il XX è stato il secolo del petrolio e il XIX quello del carbone. Questo grazie alle recenti innovazioni che hanno consentito di sfruttare lo shale gas o gas non convenzionale, che ha triplicato le disponibilità mondiali di gas raddoppiando da 60 a 120 anni le prospettive di copertura del fabbisogno, pur tendendo conto degli incrementi previsti per le maggiori esigenze dei Paesi emergenti.
Un fenomeno che ha consentito negli Stati Uniti di dimezzare in pochi anni il costo della materia prima e avviare un processo di esportazione delle eccedenze. Come cambierà lo scenario energetico globale, lo abbiamo quindi appena visto. Ma come cambierà quello italiano e quanto le nostre scelte saranno in grado di rendere profittevole questo mutamento globale dipende ovviamente anche da noi. Siamo tra le prime dieci potenze industriali del pianeta. Ma per quanto ci resteremo?

Milano Finanza - 16/03/2012 -Sempre più fotovoltaico nel mirino di Kinexia. La società nata sulle ceneri della Schiapparelli 1824, ormai quasi totalmente riposizionata sul business delle rinnovabili, ha infatti siglato un accordo di finanziamento da 39 milioni di euro per la realizzazione e gestione del campo fotovoltaico di Aprilia. Un project financing che permetterà la conclusione, probabilmente entro la finedi quest’anno, dell’impianto da 10 Mw già autorizzato nel 2009.

Milano Finanza - 16/03/2012 -Kinexia ha siglato un accordo preliminare per la vendita del marchio Schiapparelli e del business del nutrizionale biologico alla Paglieri Profumi. Il closing dell’operazione, il cui corrispettivo è pari a 0,7 milioni di euro, è atteso entro il 20 settembre. La vendita completa il piano di dismissione delle attività non strategiche avviato da Kinexia, che concentrerà la propria attività nel settore delle rinnovabili, mentre Paglieri Profumi consoliderà la sua posizione nel settore del benessere.

Milano Finanza - 27/01/2012 -Chiusura in forte rialzo ieri per Kinexia dopo che il consiglio ha deliberato di proporre agli azionisti l’autorizzazione a effettuare un buyback fino al 10% del capitale sociale. Gli acquisti dovranno essere portati a termine entro la data di approvazione del bilancio 2012 e l’operazione è finalizzata sia a dare liquidità al titolo sia a possibili operazioni di carattere strategico.

Milano Finanza - 29/10/2011 -Tempi stretti per il nuovo piano industriale di Kinexia e la scelta dell’advisor che valuterà la fusione con Waste Italia. L’ex Schiapparelli, riconvertita alle energie verdi, e la società di gestione dei rifiuti speciali non pericolosi saranno presto unite sotto un’unica holding, Sostenya, in attesa della presentazione del nuovo business plan il 15 dicembre. La notizia rafforza la tesi di una probabile integrazione tra i due gruppi accomunati dallo stesso azionista di riferimento: Pietro Colucci, presidente e ad di Kinexia, nonché ex presidente di Assoambiente.