Slide background

“Un vecchio adagio dice che
una visione senza un piano è un sogno
e un piano senza una visione è un incubo:
in Italia siamo riusciti, negli ultimi 20 anni,
a fare entrambe le cose.”

PIETRO COLUCCI

Slide background

“Siamo convinti che un'impresa
che investe correttamente in presidi ambientali
sia, alla fine, meno rischiosa
anche per chi concede credito.”

CITAZIONE DA INTERVISTA A NUOVA FINANZA

Slide background

“L’efficienza energetica è un tema
sul quale il sistema Paese dovrebbe concentrarsi,
avviando le realtà italiane a diventare smart grid.”

DALL'INTERVENTO AL FORUM QUALENERGIA 2015

Slide background

“ Il futuro di tutti passa attraverso
una presa di coscienza consapevole,
la condivisione e la partecipazione
di tutte le parti coinvolte
nel processo energetico dalla produzione
al consumo”.

DALL'INTERVENTO AL FORUM QUALENERGIA 2015

Slide background

“Da imprenditore sono abituato a essere pragmatico, ma sono anche sostanzialmente un sognatore.
E questo mi è servito.
Una visione di scenario proiettata verso un futuro diverso e la capacità di immaginare che il cambiamento sia un’opzione possibile,
nonostante i forti interessi economici coinvolti,
sono requisiti indispensabili
per operare nella green economy.”

CITAZIONE DA INTERVISTA A BUSINESS PEOPLE

In questa sezione sono riportati gli articoli riguardanti Pietro Colucci pubblicati sulle testate nazionali, internazionali e locali.
Gli articoli sono navigabili attraverso la selezione della testata giornalistica oppure selezionando il tag di riferimento, personalizzando il proprio percorso di lettura.

Sole 24 Ore 04/10/2011  Meglio soli che male accompagnati. Dopo aver visto sfumare, per un mancato accordo sul prezzo, l’arrivo dei fondi Hutton Collins e 21 Investimenti nel capitale di Waste Italia, l’azionista di riferimento Pietro Colucci (nonché presidente e amministratore delegato della quotata Kinexia) potrebbe tornare alla sua vecchia idea: fare tutto in casa. E fondere così la cash cow dei rifiuti con l’ex Schiapparelli, che opera in un settore ad alta intensità di capitale come le rinnovabili.

Sole 24 Ore 28/09/2011  - Un secondo termo valorizzatore a Settimo Torinese, sì, ma destinato ai rifiuti industriali (speciali) non pericolosi. Il progetto, che vale 120 milioni di euro, ha mosso ì suoi primi passi in Provincia e porta la firma di Ecoema, società nata la primavera scorsa dalla Gaon Srl – di proprietà di Allea, in cima alla catena di controllo di Kinexia (ex Schiapparelli), controllata da Pietro Colucci, intestataria del 51%, e dalla locale Pianeta, al 49 per cento. L’impianto – da 120mila tonnellate di rifiuti all’anno – potrebbe sorgere sull’area ex Ceat di Settimo Torinese – su una superficie di poco inferiore ai quattro ettari – e produrre energìa elettrica destinata, secondo il business plan del progetto, a 4omila famiglie. «La scelta tecnologica – sottolinea Valerio Verderio, ad di Ecoema -è basata sulla migliore e comprovata affidabilità reperibile sul mercato tra le “Best available tecniques” di settore e, nella configurazione attuale del progetto, occupare circa quaranta addetti».

Sole 24 Ore 28/09/2011  - Intervento di Pietro Colucci – E così ci lascia, non compianto dai più, il Progetto Sistri, ultima prova dell’esistenza in vita del Ministero dell’Ambiente, almeno per questa prima, corposa parte della XVI Legislatura. È tanto grave quanto triste che sia successo e che soprattutto sia successo in questo modo. A pochi giorni cioè dall’entrata in vigore della norma che ne statuiva l’inizio dell’operatività, il Sistri viene cancellato sin dai primi riferimenti legislativi che ne avevano timidamente parlato. Non è soltanto una sconfitta per tutto il Sistema Ambiente nazionale, che pure, in parte, aveva erroneamente avversato il progetto, è una sconfitta per la credibilità del Paese, della sua classe dirigente, e della sbandierata lotta alla illeceità nel settore dei rifiuti.

Sole 24 Ore 28/09/2011  - Kinexia fa un altro passo avanti verso il matrimonio con Waste Italia. L’ex Schiapparelli, che dopo aver ceduto le vecchie attività ha scommesso sulle energie rinnovabili, vuole entrare ora nel settore ambientale. Un comparto in cui il presidente e ad di Kinexia ha una notevole esperienza: Pietro Colucci, infatti, oltre a presiedere l’associazione di settore Assoambiente è anche presidente (senza deleghe operative) e azionista di maggioranza di uno dei prinicipaii operatori: Waste Italia.

Sole 24Ore 09/10/2008  - KSchiapparelli 1824 entrerà nel settore delle energie rinnovabili, attraverso una sub holding attiva nei settori degli impianti fotovoltaici, etìlici, a biomasse e biogas. Lo prevede il piano industriale perii periodo 2009-2013, approvato ieri dal consiglio di amministrazione. Gli investimenti cumulati previsti per la realizzazione e gestione degli impianti ammontano a circa 900 milioni di euro. Per sostenere lo sviluppo del settore sono previsti un aumento di capitale e l’ingresso di investitori di minoranza nei singoli progetti.