Slide background

“Un vecchio adagio dice che
una visione senza un piano è un sogno
e un piano senza una visione è un incubo:
in Italia siamo riusciti, negli ultimi 20 anni,
a fare entrambe le cose.”

PIETRO COLUCCI

Slide background

“Siamo convinti che un'impresa
che investe correttamente in presidi ambientali
sia, alla fine, meno rischiosa
anche per chi concede credito.”

CITAZIONE DA INTERVISTA A NUOVA FINANZA

Slide background

“L’efficienza energetica è un tema
sul quale il sistema Paese dovrebbe concentrarsi,
avviando le realtà italiane a diventare smart grid.”

DALL'INTERVENTO AL FORUM QUALENERGIA 2015

Slide background

“ Il futuro di tutti passa attraverso
una presa di coscienza consapevole,
la condivisione e la partecipazione
di tutte le parti coinvolte
nel processo energetico dalla produzione
al consumo”.

DALL'INTERVENTO AL FORUM QUALENERGIA 2015

Slide background

“Da imprenditore sono abituato a essere pragmatico, ma sono anche sostanzialmente un sognatore.
E questo mi è servito.
Una visione di scenario proiettata verso un futuro diverso e la capacità di immaginare che il cambiamento sia un’opzione possibile,
nonostante i forti interessi economici coinvolti,
sono requisiti indispensabili
per operare nella green economy.”

CITAZIONE DA INTERVISTA A BUSINESS PEOPLE

In questa sezione sono riportati gli articoli riguardanti Pietro Colucci pubblicati sulle testate nazionali, internazionali e locali.
Gli articoli sono navigabili attraverso la selezione della testata giornalistica oppure selezionando il tag di riferimento, personalizzando il proprio percorso di lettura.

Sole 24 Ore 28/09/2011  - Kinexia fa un altro passo avanti verso il matrimonio con Waste Italia. L’ex Schiapparelli, che dopo aver ceduto le vecchie attività ha scommesso sulle energie rinnovabili, vuole entrare ora nel settore ambientale. Un comparto in cui il presidente e ad di Kinexia ha una notevole esperienza: Pietro Colucci, infatti, oltre a presiedere l’associazione di settore Assoambiente è anche presidente (senza deleghe operative) e azionista di maggioranza di uno dei prinicipaii operatori: Waste Italia.

Le due società hanno già stretto un’alleanza nello smaltimento dell’amianto (con relativa istallazione di pannelli solari) e ora potrebbero puntare a qualcosa di più: lo scorso 22 dicembre il cda dell’ex Schiapparellì ha nominato vicepresidente di Kinexia con deleghe operative Giuseppe Maria Chirico, che di Waste Italia è l’ad. «Per la prima volta – ha spiegato Colucci a II Sole 24 Ore – abbiamo delineato lo scenario in cui Kinexia si occuperà anche di ambiente. È un settoreche è complementare al business classico delle rinnovabili e che sta diventando sempre più attraente per gli investitori internazionali. La mia personale e decennale esperienze, unitamente alla nomina di Giuseppe Maria Chirico, sarà funzionale a questo progetto. Kinexia si occuperà di produzione di energia da combustibili alternativi (biomasse e rifiuti), di produzione di energìa da digestione anaerobica di rifiuti organici, e di smaltimento di amianto rimosso dai tetti in fase di montaggio di impianti fotovoltaici, aree in cui sulla base del piano industriale recentemente approvato, non opera Waste Italia». Sull’imminenza del matrimio Colucci esprìme cautela: «In questo senso posso confermare che non è assolutamente in agenda alcuna ipotesi di fusione con la stessa Waste Italia e, nel caso comunque che mai dovesse avvenire, manterremo quello che è stato il nostro approccio: massima trasparenza e tutela degli azionisti – ha spiegato l’ad -. Le operazioni che abbiamo fatto in passato hanno dimostrato che non abbiamo mai favorito, semmai sfavorito, le parti correlate». I tempi però potrebbero maturare dalla prossima estate quando in agosto il fondo Synergo dovrebbe iniziare le sua exit strategy dal capitale dì Waste.