Slide background

“Un vecchio adagio dice che
una visione senza un piano è un sogno
e un piano senza una visione è un incubo:
in Italia siamo riusciti, negli ultimi 20 anni,
a fare entrambe le cose.”

PIETRO COLUCCI

Slide background

“Siamo convinti che un'impresa
che investe correttamente in presidi ambientali
sia, alla fine, meno rischiosa
anche per chi concede credito.”

CITAZIONE DA INTERVISTA A NUOVA FINANZA

Slide background

“L’efficienza energetica è un tema
sul quale il sistema Paese dovrebbe concentrarsi,
avviando le realtà italiane a diventare smart grid.”

DALL'INTERVENTO AL FORUM QUALENERGIA 2015

Slide background

“ Il futuro di tutti passa attraverso
una presa di coscienza consapevole,
la condivisione e la partecipazione
di tutte le parti coinvolte
nel processo energetico dalla produzione
al consumo”.

DALL'INTERVENTO AL FORUM QUALENERGIA 2015

Slide background

“Da imprenditore sono abituato a essere pragmatico, ma sono anche sostanzialmente un sognatore.
E questo mi è servito.
Una visione di scenario proiettata verso un futuro diverso e la capacità di immaginare che il cambiamento sia un’opzione possibile,
nonostante i forti interessi economici coinvolti,
sono requisiti indispensabili
per operare nella green economy.”

CITAZIONE DA INTERVISTA A BUSINESS PEOPLE

In questa sezione sono riportati gli articoli riguardanti Pietro Colucci pubblicati sulle testate nazionali, internazionali e locali.
Gli articoli sono navigabili attraverso la selezione della testata giornalistica oppure selezionando il tag di riferimento, personalizzando il proprio percorso di lettura.

Sole 24 Ore 04/10/2011  Meglio soli che male accompagnati. Dopo aver visto sfumare, per un mancato accordo sul prezzo, l’arrivo dei fondi Hutton Collins e 21 Investimenti nel capitale di Waste Italia, l’azionista di riferimento Pietro Colucci (nonché presidente e amministratore delegato della quotata Kinexia) potrebbe tornare alla sua vecchia idea: fare tutto in casa. E fondere così la cash cow dei rifiuti con l’ex Schiapparelli, che opera in un settore ad alta intensità di capitale come le rinnovabili.

Un matrimonio a parti correlate (Colucci controlla infatti anche Kinexia) che l’imprenditore non ha mai escluso, pur ribadendo un approccio di “massima trasparenza”. Adesso, dopo l’amaro in boccaper le trattative sfumate, la palla torna nelle mani di Synergo in fase di uscita dal capitale di Waste con una quota poco superiore al 30%. Sul tavolo del fondo sembra esserci un dossier firmato da Hirsch e Progressio; l’alternativa al momento più probabile per evitare la fusione Kinexia – Waste...

Scarica l'articolo