“Un vecchio adagio dice che
una visione senza un piano è un sogno
e un piano senza una visione è un incubo:
in Italia siamo riusciti, negli ultimi 20 anni,
a fare entrambe le cose.”

PIETRO COLUCCI

“Siamo convinti che un'impresa
che investe correttamente in presidi ambientali
sia, alla fine, meno rischiosa
anche per chi concede credito.”

CITAZIONE DA INTERVISTA A NUOVA FINANZA

“L’efficienza energetica è un tema
sul quale il sistema Paese dovrebbe concentrarsi,
avviando le realtà italiane a diventare smart grid.”

DALL'INTERVENTO AL FORUM QUALENERGIA 2015

“ Il futuro di tutti passa attraverso
una presa di coscienza consapevole,
la condivisione e la partecipazione
di tutte le parti coinvolte
nel processo energetico dalla produzione
al consumo”.

DALL'INTERVENTO AL FORUM QUALENERGIA 2015

“Da imprenditore sono abituato a essere pragmatico, ma sono anche sostanzialmente un sognatore.
E questo mi è servito.
Una visione di scenario proiettata verso un futuro diverso e la capacità di immaginare che il cambiamento sia un’opzione possibile,
nonostante i forti interessi economici coinvolti,
sono requisiti indispensabili
per operare nella green economy.”

CITAZIONE DA INTERVISTA A BUSINESS PEOPLE

Pietro Colucci e l'impegno per l'ambiente 

Economia circolare, rifiuti zero e responsabilità sociale d'impresa:
i progetti promossi da Pietro Colucci

Nel corso della sua attività come imprenditore, Pietro Colucci ha dato il via a numerosi progetti riguardanti il settore dell’ambiente e dell’energia, inserendo gli obiettivi economici all’interno di una visione lungimirante, che abbraccia imprenditoria e sostenibilità.

 

Sostenya Group Plc alla conquista degli Stati Uniti

Sostenya Group Plc, in collaborazione con altre realtà Made in Italy, sta realizzando un progetto negli Stati Uniti per lo sviluppo di nuove tecnologie che trasformino il biogas, derivanti dagli allevamenti e dai rifiuti organici in biometano. Col biometano è possibile generare energia pulita finalizzata alla produzione di elettricità, all’alimentazione dei veicoli o al riscaldamento degli ambienti domestici. 

Visita il sito di Sostenya Group PLC


Il Manifesto per un futuro sostenibile dell’Italia

Il Manifesto è un documento proposto da imprenditori della green economy, da esponenti di organizzazioni di imprese e avanza diversi temi di sviluppo sostenibile, articolati in sette punti, per affrontare la crisi economica e sociale insieme a quella ecologica, riqualificando il nostro sviluppo nella direzione di una green economy.

Scopri di più


Vento a favore

Vento a favore è un libro scritto a quattro mani con Edo Ronchi, ex ministro dell’Ambiente e Presidente della Fondazione Sviluppo Sostenibile. Un confronto il cui fine è quello di portare a contribuire a riportare all’attenzione dell’opinione pubblica, degli imprenditori delle Istituzioni i temi della green economy, superando il costume tipicamente italiano dell’incomunicabilità tra schieramenti politici contrapposti. Il libro è anche l’occasione per fare proposte concrete sia da parte delle imprese di cui Colucci è portavoce, sia da parte della politica attenta ai temi ambientali attraverso le parole di Edo Ronchi.

Scopri di più


Canale 202020

Un canale Facebook attivo dal 2012 in cui è possibile discutere e confrontarsi sui temi ambiente, energie rinnovabili e strategie per raggiungere e quindi superare i traguardi del Protocollo di Kyoto entro il 2020. Nel corso degli anni sono stati raggiunti numerosi follower ed è possibile vedere nella sezione video le interviste rilasciate ai giovani blogger per lanciare il canale202020.

Seguici su you tube   Seguici su Facebook


Waste End

“L’obiettivo rifiuti zero in Italia non è oggi solo un orizzonte culturale, lontano per alcuni, ma una possibilità tecnologica in grado di dare forza e competitività alla nostra economia”. Così inizia il volume “Rapporto Waste End” della fondazione Symbola, scritto con la partecipazione di Pietro Colucci.
Waste End rappresenta un report sincero e onesto sulla situazione attuale del sistema rifiuti in Italia e sulle possibilità economiche, culturali e sociali che questo settore può implementare, descrivendo le premesse teoriche alla base di un progetto concreto in fase di sviluppo, ovvero il progetto WastEnd – l’officina del futuro, un polo del riciclo che il Gruppo Waste Italia (Holding di cui Colucci è Presidente) sta progettando per l’area torinese.

Scopri di più sul progetto WastEnd  


Fondazione Sviluppo Sostenibile

Pietro Colucci ha contribuito alla nascita della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, nata il 13 Settembre 2008 per iniziativa d’imprese, associazioni di imprese ed esperti della sostenibilità che puntano a favorire lo sviluppo della green economy in Italia. L'attività della Fondazione consiste principalmente nell'approfondire - dal punto divista culturale e tecnico – i temi dello sviluppo sostenibile, attraverso la pubblicazione di rapporti e ricerche, l'organizzazione di workshop, seminari e incontri, l'individuazione e diffusione delle buone pratiche italiane ed internazionali, il supporto tecnico a imprese ed enti. Dal 2013 la Fondazione è la struttura tecnico-organizzativa degli "Stati Generali della Green Economy", promossi dal Consiglio Nazionale della Green Economy formato da 66 organizzazioni di imprese: un processo partecipativo che coinvolge centinaia di esperti nell'approfondimento di tematiche strategiche per la conversione Green dell'economia italiana.

Visita il sito della fondazione


ESG Altis

Il progetto è nato dalla volontà di Pietro Colucci e del Gruppo Waste Italia – di introdurre anche gli aspetti ESG (Environment Social Governance) nelle valutazioni di merito che gli istituti finanziari utilizzano nei confronti delle aziende. Un’impresa attenta ai criteri ESG è più lungimirante rispetto ad altre imprese; è soggetta a minori rischi di produrre danni ambientali; crede nel valore della propria reputazione a livello sociale. L’inclusione dei criteri ESG è quindi un passo necessario verso il superamento di un sistema basato solo sulla performance economica.
Il progetto è stato curato da ALTIS – Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano in collaborazione con otto aziende quotate (ACEA, Assicurazioni Generali, Fiera Milano, Gruppo Iren, Isagro, Italcementi e Snam) e tre istituti bancari (Banca Popolare di Milano, UBI Banca e Intesa Sanpaolo). L’11 Novembre 2015 sono stati presentati i risultati del progetto di ricerca.